Confagricoltura Bari

Finanziamento da 2,5 milioni per il Distretto agroalimentare Puglia Federiciana

Il ministero per le Politiche agricole ha approvato un finanziamento di 2,5 milioni di euro in favore del Distretto agroalimentare di qualità “Puglia Federiciana”. Il contributo in conto capitale, corrispondente al massimo disponibile, è stato concesso da parte della commissione ministeriale a seguito dell’approvazione della domanda avanzata dal Distretto, a valere sui “Contratti di distretto” che il ministero ha promosso per lo sviluppo di programmi di valorizzazione dell’ambiente e del territorio. Il Contratto di distretto ha lo scopo di promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari. Il Contratto di distretto quindi, deve anche favorire processi di riorganizzazione delle relazioni tra i differenti soggetti delle filiere operanti nel territorio, al fine di promuovere la collaborazione e l’integrazione fra le filiere, stimolare la creazione di migliori relazioni di mercato e garantire prioritariamente ricadute positive sulla produzione agricola.

Puglia Federiciana è un consorzio che comprende circa duecento aziende, tra le più rappresentative di un vasto territorio che si estende dalla provincia di Foggia fino alle porte di Bari. Insieme ai privati ne fanno parte le due maggiori associazioni di tutela delle produzioni: Comitato di gestione Strada dell’Olio di oliva Castel del Monte e Comitato di gestione della Strada del Vino DOC Castel del Monte, associazioni agricole e di categoria e i GAL Ponte Lama e Tavoliere

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici

Aiutaci a far crescere le nostre pagine social. Mettici un like e noi ricambieremo!