Confagricoltura Bari

Decreto anti Xylella, i Gilet arancioni: “Buona base di partenza, ma vanno chiariti alcuni aspetti. Non si può più sbagliare”

La delegazione dei Gilet arancioni, nella giornata di ieri, ha ricevuto copia della bozza del decreto ministeriale avente ad oggetto “Piano di intervento per il rilancio del settore agricolo e agroalimentare nei territori colpiti da xylella”.

“Questo decreto – commenta il portavoce Onofrio Spagnoletti Zeuli – ha una importanza straordinaria per il futuro del nostro territorio, e ringraziamo il ministro Gian Marco Centinaio e quanti hanno lavorato per la stesura. Come già espresso durante l’incontro di questa mattina con il presidente Michele Emiliano, però, vista la complessità del documento, è impossibile, in soli due giorni di tempo, poter addivenire ad un giudizio completo sullo stesso. La bozza che ci è stata presentata – prosegue – è sicuramente un’ottima base di partenza, ma vanno chiariti alcuni aspetti fondamentali sui modi e tempi di attuazione, sul ruolo delle OO.PP., sugli interventi per la riconversione delle attività o il rilancio di aziende agricole e frantoi salentini distrutti dalla xylella che andrebbero meglio esplicitati. Non possiamo lasciare niente al caso. Non possiamo più permetterci di sbagliare, non possiamo più permetterci documenti sicuramente validi ma magari monchi che possono fare il gioco di tanti che hanno contribuito in questi anni, con ricorsi e cialtronerie, all’avanzata del batterio. Iniziamo tutti insieme, uniti, una lotta senza quartiere a questo flagello che sta distruggendo la Puglia olivicola”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici

Aiutaci a far crescere le nostre pagine social. Mettici un like e noi ricambieremo!