Confagricoltura Bari

Turismo 2018: la crescita c’è, ma rallenta (presenze +2%). Ecco lo studio Confagricoltura

L’Istat ha pubblicato i dati definitivi sul movimento di ospiti nelle imprese ricettive (arrivi, presenze), distinti per tipo di struttura ricettiva.

1. Andamento generale del turismo
Rispetto al 2017, gli arrivi sono cresciuti del 4%, le presenze (pernottamenti) del 2%, evidenziando una riduzione sugli incrementi precedenti che erano, rispettivamente, del 5,3% e del 4,4%. Aumentano maggiormente arrivi e presenze nelle imprese extralberghiere (rispettivamente +6,5% e +2,7%), meno nelle imprese alberghiere (+3,2% e + 1,6%). E aumentano generalmente, più degli ospiti italiani, gli ospiti stranieri, soprattutto nelle imprese turistiche extralberghiere.

2. Le aziende agrituristiche
Gli ospiti delle aziende agrituristiche confermano sostanzialmente, nel 2018, l’andamento di crescita del 2017, soprattutto per quanto riguarda le presenze (+5,6% nel 2018, +5,3% nel 2017). Si consolida nelle aziende agrituristiche la prevalenza, in termini di presenze, degli ospiti stranieri (7,9 milioni) sugli ospiti italiani (5,5 milioni), grazie ad una maggiore durata media dei soggiorni (4,8 giorni contro 3,1).

3. Il fatturato degli agriturismi
Nel 2017 (i dati 2018 sull’offerta di posti letto e posti tavola non sono ancora disponibili), i principali servizi offerti (alloggio e ristorazione) hanno prodotto rispettivamente, per le aziende agrituristiche, un fatturato stimato di 470 e 1.458 milioni di euro, per complessivi 1.928 milioni di euro. A questi bisogna aggiungere il giro d’affari derivante dalla vendita diretta dei prodotti, che nelle aziende agrituristiche è generalmente diffusa e consistente.

4. Utilizzazione media dei posti letto agrituristici
Le tabelle precedenti riportano i dati pubblicati dall’Istat, rilevati sulla base delle dichiarazioni periodiche obbligatorie delle imprese ricettiva, agriturismi compresi. Tuttavia, esaminando su base regionale, il numero di arrivi e presenze, e calcolando il conseguente numero di giorni di utilizzazione (occupazione) media annua dei posti letto (U.m.a.) emergono alcune vistose anomalie (tabella 6): in sette Regioni (Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Sardegna) l’ U.m.a è inferiore ai 25 giorni annui (dal minimo di 6 di Lazio e Molise, al massimo di 22 in Basilicata), valori evidentemente antieconomici oltre che improbabili, derivanti da una diffusa omissione nella presentazione delle dichiarazion statistiche. Perplessità sulla attendibilità dei dati emergono anche da alcuni confronti fra i valori dell’U.m.a.: la Provincia Autonoma di Bolzano segna 45 giorni in più della attigua Provincia Autonoma di Trento (122 contro 77); il Veneto (79) segna 10 giorni più della Toscana (69); la Campania (16) segna
circa un terzo della Puglia (47). E’ dunque ragionevolmente prevedibile che l’U.m.a. media nazionale dei posti letto agrituristici (53 giorni annui) sia largamente inferiore alla realtà, anche in considerazione del fatto che, in occasione delle vacanze estive e dei ponti festivi, le Associazioni di Categoria dichiarano un pressoché generale “tutto esaurito”.

5. La “popolazione aggiuntiva” generata dal turismo
Il turismo dall’estero costituisce una sorta di “esportazione in loco” di beni e servizi, oltre che di generale promozione commerciale del Made in Italy (acquisti nei paesi di provenienza). In particolare, il bilancio fra turisti stranieri che viaggiano in Italia e turisti italiani che viaggiano all’estero, consente di stimare la “popolazione aggiuntiva” generata da turismo, oltre la popolazione stabilmente residente in Italia, alla quale sono connessi maggiori consumi anche di prodotti agricoli e alimentari, prevalentemente tipici del nostro Paese. Nel 2018 (tabella 7) questa “popolazione aggiuntiva” (calcolata come persone “simulate” soggiornanti in Italia per l’intero anno) ha superato, tenendo conto dei rilevamenti di turisti alle frontiere della Banca d’Italia, le 287 mila unità.

Per approfondimenti pubblichiamo lo studio integrale:

turismo_agriturismo_2018

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici

Aiutaci a far crescere le nostre pagine social. Mettici un like e noi ricambieremo!