Confagricoltura Bari

Si è insediato il comitato tecnico centrale di Confagricoltura: analisi e proposte per dare più valore al settore primario

Mercati, sostenibilità, filiere: sono i tre pilastri sui quali ha preso il via il lavoro del Comitato tecnico centrale di Confagricoltura, che si è riunito ufficialmente a Roma per delineare le strategie a breve e lungo periodo del settore primario, sulla base della situazione generale e delle emergenze in atto.

Il Comitato è composto dai presidenti delle 24 Federazioni Nazionali di Prodotto (FNP), rappresentative dei settori di produzione o settori economici di rilevanza agricola, ambientale e territoriale. Dal dibattito con i presidenti delle FNP sono emerse alcune priorità, accomunate dall’intento di dare più valore all’agricoltura per l’ecosistema: lavorare in sinergia sia sul mercato interno, che presenta elementi di forte criticità per alcuni comparti, sia su quelli mondiali, fortemente condizionati dagli accordi commerciali internazionali. A riguardo è stata messa in luce la necessità di una promozione mirata e di un sistema di etichettatura in grado di rispondere alle esigenze specifiche dei singoli settori. E’ stata ribadita l’importanza della reciprocità, con regole comuni all’interno del mercato in materia di condizioni e costi del lavoro, rispetto delle norme e ambientali e sociali.

Per molte produzioni occorre lavorare contro le fake news, favorite dalla diffusione senza controllo sui social e capaci di avere pesanti ripercussioni sull’andamento economico delle aziende e dei settori produttivi. Il Comitato ha riaffermato infine l’importanza della formazione all’interno delle imprese, e della ricerca, che non deve essere mero esercizio accademico, ma fortemente calata sulla realtà delle aziende che vogliono essere competitive.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici

Aiutaci a far crescere le nostre pagine social. Mettici un like e noi ricambieremo!