Confagricoltura Bari

Monitoraggio Xylella, altri 138 olivi infetti: attaccato anche un rosmarino a Ostuni

Il monitoraggio della diffusione del batterio della Xylella, che provoca il rapido disseccamento dell’olivo, continua a registrare un «crescente interessamento», spiega la pagina facebook dove il monitoraggio viene aggiornato, infoxylella,  della provincia di Taranto (96 alberi positivi, di cui ben 89 in agro di Montemesola, 2 in agro di Grottaglie, 2 di Crispiano, 2 di Monteiasi ed un olivo infetto a Taranto).

«Questi ritrovamenti segnano una nuova posizione più avanzata dell’epidemia in direzione ovest». Infatti all’ulivo infetto ritrovato a Taranto, alla periferia est del quartiere Paolo VI in prossimità di un noto ipermercato, corrisponde un valore di longitudine est di 17,2977°, leggermente più ad ovest rispetto al precedente di Crispiano (17,2980°). Sul portale www.emergenzaxylella.it sono stati pubblicati 6 nuovi certificati Selge contenenti un totale di 139 nuove piante infette ricadenti quasi tutte in zona di contenimento, di cui 138 olivi e, ad Ostuni, nel brindisino un rosmarino. Si tratta dei risultati delle analisi riferiti ai campioni di olivi del quinto aggiornamento del monitoraggio 2019.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici

Aiutaci a far crescere le nostre pagine social. Mettici un like e noi ricambieremo!