Confagricoltura Bari

Decreto emergenze approvato dal Senato, si potranno abbattere gli ulivi infetti da Xylella in maniera più rapida

 Il decreto legge Emergenze è stato approvato in via definitiva dal Senato con 133 voti a favore e contiene interventi di sostegno al settore l’olivicolo-oleario, l’agrumicolo e il lattiero-caseario del comparto ovino e caprino e il settore ittico. Un importante passo in avanti, cercato fortemente da Confagricoltura Bari-Bat attraverso mesi di battaglie.

In particolare, per quanto riguarda il primo comparto, sono introdotte misure per il contenimento della diffusione del batterio Xylella fastidiosa, prevedendo che per un periodo di sette anni il proprietario, il conduttore o il detentore di terreni possa estirpare gli olivi situati nella zona infetta, in deroga ad ogni disposizione vigente, anche in materia vincolistica, e senza bisogno di attendere le valutazioni ambientali. Inoltre si prevede l’adozione di un piano straordinario per la rigenerazione del settore olivicolo della Puglia nelle zone che sono risultate con una dotazione finanziaria di 150 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021.

Ci sono misure anche per le gelate del 2018 che hanno danneggiato sempre il settore olivicolo: il fondo previsto al momento è di 34 milioni per le aziende agricole e 8 milioni per i frantoi e le cooperative.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici

Aiutaci a far crescere le nostre pagine social. Mettici un like e noi ricambieremo!