Confagricoltura Bari

Protesta degli agricoltori e presidi nei Comuni, i sindaci espongono sui balconi i gilet arancioni. Spagnoletti Zeuli: “Non aspetteremo più i tempi della politica”

Sono iniziati oggi i presidi degli olivicoltori nei Comuni della Puglia. Bitonto, Ruvo di Puglia, Corato sono stati invasi sin dalle prime ore dell’alba da trattori ed agricoltori con i gilet arancioni, stufi di aspettare interventi seri e concreti del governo per far fronte alle gelate e alla xylella che hanno messo in ginocchio il settore. Le gelate hanno mandato in fumo il 70% del raccolto ed oltre 1 milione di giornate lavorative, mentre la xylella avanza inesorabile ed ha già bruciato il patrimonio olivicolo di tre province.

I sindaci di Bitonto e Ruvo hanno esposto sui balconi dei propri Municipi un gilet arancione, simbolo della lotta degli olivicoltori. Domani i presidi saranno organizzati ad Andria, Bisceglie e Terlizzi. Giovedì 14 febbraio, invece, i gilet arancioni manifesteranno in massa a Roma, sono attesi migliaia di agricoltori che saranno guidati da numerosissimi sindaci. “Sarà l’ultima chiamata per il governo che deve muoversi ad intervenire con due decreti legge d’urgenza e con risorse adeguate per affrontare l’emergenza – ha dichiarato Onofrio Spagnoletti Zeuli, portavoce dei gilet arancioni -. La situazione è diventata insostenibile, non aspettiamo più i tempi ed i giochetti della politica, la pazienza degli agricoltori è abbandonatamente finita”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici

Aiutaci a far crescere le nostre pagine social. Mettici un like e noi ricambieremo!